Ato Rifiuti, il Tar rigetta la sospensiva

Con ordinanza n. 166/2015 dell’11/03/2015 la Terza Sezione del TAR CT ha rigettato l’istanza cautelare proposta nell’ambito del ricorso presentato dal Commissario Straordinario dell’ATO Rifiuti EnnaEuno S.

Data:
24 Marzo 2015

Con ordinanza n. 166/2015 dell’11/03/2015 la Terza Sezione del TAR CT ha rigettato l’istanza cautelare proposta nell’ambito del ricorso presentato dal Commissario Straordinario dell’ATO Rifiuti EnnaEuno S.p.A. in liquidazione contro il Comune di Leonforte in impugnativa del provvedimento con il quale il Sindaco ha assunto il servizio in via sostitutiva, affidandolo alla ditta Roma Costruzioni SRL.

Con Ordinanza n. 77/2014 su delega del Sindaco, l’Assessore Maria, in considerazione dei gravi disservizi e delle carenze igienico sanitarie riscontrati, esautorava l’ATO rifiuti dalla gestione del servizio di spazzamento, raccolta e smaltimento dei rifiuti. Contro questo provvedimento il Commissario Straordinario dell’ATO Rifiuti EnnaEuno S.p.A., dr. Amato ha reagito proponendo ricorso al TAR.
Accogliendo le difese dell’Avvocatura Comunale, il Giudice Amministrativo ha negato la sospensiva ritenendo che, nell’ambito di un corretto “bilanciamento degli interessi” in gioco fosse assolutamente prevalente l’interesse del Comune ad assicurare la continuità di un efficiente servizio.


 

Ultimo aggiornamento

24 Marzo 2015, 16:13