Ulteriori misure per il contrasto all’emergenza epidemiologica e sanitaria da COVID-19

Ulteriori misure per il contrasto all'emergenza epidemiologica e sanitaria da COVID-19 sul territorio comunale - continuità delle funzioni dell'Ente - smart working - protezione civile - supporto alimentare alla popolazione meno abbiente - altre disposizioni

Data:
23 Marzo 2020

Il Sindaco, visto e preso atto del DPCM del 22 marzo 2020 recante ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale e l’evoluzione del quadro epidemiologico locale, con propria ordinanza n. 13 del 23 marzo 2020 ha disposto fino al 3 aprile 2020:

  1. la proroga della chiusura di tutti i locali e gli uffici comunali, ivi compresi quelli adibiti al Centro per l’Impiego, eccezion fatta per il Comando di Polizia Municipale;
  2. l’accesso nei locali del palazzo municipale soltanto per motivi riconducibili all’esecuzione dei servizi essenziali (dichiarazioni di morte, sepoltura) e mediante turni di reperibilità, o per la gestione e/o riparazione del server, hardware e software in utilizzo all’Ente per non impedire le telecomunicazioni e l’accesso ai dipendenti comunali per lo svolgimento dello smart working;
  3. la sospensione delle attività afferenti alla progettualità dei Cantieri dei servizi per le quali non è possibile attivare lo smart working, le quali verranno comunque regolarmente retribuite, salvo eventuale recupero successivo, con i fondi stanziati dalla Regione Siciliana;
  4. la proroga della chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado, ludoteche e centri prima infanzia;
  5. la proroga della chiusura al transito e del divieto di sosta nel tratto di Corso Umberto compreso fra via Stazione e Piazza Margherita;
  6. il divieto a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi con mezzi di trasporto pubblici o privati dal Comune di Leonforte, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza o per motivi di salute;

Al responsabile del Corpo dei Volontari di Protezione Civile di provvedere all’acquisto di generi di prima necessità da distribuire in buste kit a domicilio, in modo razionato ai cittadini e alle famiglie meno abbienti che ne facciano richiesta e che autocertifichino, ai sensi della normativa vigente, di trovarsi in situazioni di evidenziata impossibilità di soddisfare il fabbisongo quotidiano personale e familiare per insussistenza o esaurimento di risorse economiche.

Allegati

Allegati (1)

Ultimo aggiornamento

15 Luglio 2020, 18:42