Castello di Bozzetta

Il castello sorgeva sulla Rocca Castellaccio di Bozzetta, nel Val di Noto a circa 3 km. ad ovest di Leonforte

Castello di Bozzetta

Ubicazione: 3 km. ovest del centro abitato
Anno di costruzione: circa 1326

Notizie storiche

Il castello sorgeva sulla Rocca Castellaccio di Bozzetta, nel Val di Noto a circa 3 km. ad ovest di Leonforte, a m. 614 s.l.m., sulla sponda destra dell’omonimo torrente Bozzetta.
Il castello è attestato per la prima volta nel 1326. Di origine bizantina, è in completo abbandono. Il paesaggio è collinare ed è posto su una sommità da dove si domina un ampio territorio.
Del castello restano solo pochi ruderi; in particolare è visibile un avanzo di mura con una grande apertura con arco a sesto ribassato che la tradizione identifica con il portone di accesso al complesso castrale. I resti fuori terra visibili non consentono una lettura ricostruttiva dell’impianto.

Una curiosità è rappresentata da una apertura praticata alla base del muro orientale nel locale di piano terra, dalla quale risulta pressoché impossibile vedere alcunché dall’interno verso l’esterno. Ritenuta erroneamente una finestra, è in realtà un “buco del gatto” o “gattaio” come veniva chiamato dai costruttori medioevali cioè una via di comunicazione con l’esterno o una via di scampo in extremis qualora il nemico avesse occupato il resto della fortezza.

Ultimo aggiornamento

17 Agosto 2020, 12:40