Monte Altesina

Su questo monte si abbarbica una foltissima vegetazione ancora integra e fitta che ha motivato nel luglio 1997 l'istituzione della riserva naturale "Monte Altesina"

Monte Altesina

Ubicazione: S.P. 39 Leonforte – Villadoro per 15 km.

Notizie storiche

Il monte Altesina (1192 m.), è la cima più alta dei monti Erei. Su questo monte si abbarbica una foltissima vegetazione ancora integra e fitta che ha motivato nel luglio 1997 l’istituzione della riserva naturale “Monte Altesina”, ricadente nel territorio dei comuni di Leonforte e Nicosia. La riserva racchiude le zone boschive dei monti Altesina, Altesinella e della Campana.
La sommità del bosco è una lecceta mista a roverelle e qua e là si alternano radure, rimboschimenti, pini ed eucaliptus. Il sottobosco è vario secondo le essenze erbacee dominanti e la diversa pressione del pascolo, mentre la fauna privata dei grandi mammiferi, conta ancora la volpe, l’istrice, svariati roditori, molti pipistrelli e una bellissima presenza di avifauna, di erpetofauna e di invertebrati ancora poco conosciuti. La riserva “Monte Altesina” inoltre è stata individuata come riserva naturale destinata a tutelare i boschi e la rara avifauna; in particolare lo sparviero e il picchio rosso maggiore.
Questo ambiente così interessante dal punto di vista della natura è importante anche per la presenza di una notevole zona archeologica sulla cima del monte, con vari resti d’edifici, di sepolture e di ingrottati ancora in corso di studio mentre, più a valle, sorgono i ruderi del Convento di S. Maria di “L’Artisina” comunemente detto “Cummintazzu”, con una chiesa di modeste dimensioni dedicata a S. Erasmo.
In una radura lì vicino, a circa duecento metri dall’ingresso della stradella che conduce verso i ruderi del convento, sorge una casa oggi utilizzata dai braccianti e dalle guardie di turno, circondata da altri fabbricati. Recentemente, a cura del demanio forestale, sono state aperte delle stradelle che offrono l’occasione per un itinerario ecologico alternativo. Da questo punto di vista, interessante è il cosiddetto “abbeveratoio del turco” posto a quota 824 m. e dal quale si diparte un quadrivio che potrebbe essere punto di riferimento per interessanti escursioni nella riserva.

A 800 m. un allegro laghetto collinare con uccelli acquatici, con casa rifugio e area attrezzata, consente ai turisti di trascorrere una piacevole giornata a contatto con la natura.
Per raggiungere il Monte Altesina bisogna percorrere la S.P. 39 Leonforte – Villadoro per 15 km.

Ultimo aggiornamento

17 Agosto 2020, 12:41